Fattorie Faggioli

Cases de Agriturismo Italiano: dalla Val Bidente a Porto Alegre

Cases de agriturismo italiano dalla Val Bidente a Porto Alegre

CASES DE AGRITURISMO ITALIANO Feira Envase Brasil

La prossima settimana, dalla Val Bidente a Porto Alegre (Brasile), Fausto Faggioli sarà in trasferta per interessanti incontri formativi sulle opportunità nella diversificazione dell’economia rurale e la rivitalizzazione dei territori che rischiano di non essere più competitivi con la sola produzione agricola. Presenterà il modello di sviluppo dell’Agriturismo, dell’Enoturismo e delle Fattorie Didattiche italiane partendo dalla sua case history romagnola.

“Siamo tutti consapevoli, racconta Fausto Faggioli, che sono cambiate le dinamiche del mercato ed è proprio in questo momento che l’impresa Rurale deve inserirsi, essere più coraggiosa, puntando sull’autenticità e creando una nuova linea di sviluppo, informando e formando, offrendo esperienze inclusive e coinvolgenti anche da un punto di vista emotivo. Oggi è strategico avviare nuove attività per soddisfare una domanda in grado di creare effetti economici positivi e, quindi, benefici per lo sviluppo economico delle aree rurali”.

Martedì 23 aprile 2024 alla Feira Envase Brasil il Console Generale d’Italia, Valerio Caruso, aprirà il panel e condividerà le sue relazioni sull’argomento successivamente Fausto Faggioli presenterà il modello Comunità Rurale con la Comunità Energetica, La Comunità Turistica e il Welfare di Comunità sulla nuova economia Rurale.

Il Brasile ha oggi la più grande popolazione etnicamente italiana, secondo l’Ambasciata d’Italia a Brasilia, vivrebbero nel paese circa 30 milioni di italiani o discendenti e sarà un’ottima occasione per uno scambio di buone pratiche con gli oltre 600 imprenditori che si sono già prenotati per la formazione.

ITS Academy 2024

ITS Turismo e Benessere gennaio 2024

Gli ITS-Academy hanno sempre più importanza per una futura occupazione.

L’Osservatorio Excelsior, in collaborazione con Anpal e Unioncamere, offre uno sguardo dettagliato sulle prospettive di assunzione sulle diverse figure professionali e sui titoli di studio che risultano maggiormente appetibili per le imprese, distinguendo tra laurea, diploma di scuola media superiore, qualifica e diploma professionale.

L’Osservatorio rivela che il 19% delle ricerche di personale è indirizzato a laureati, il 30% a diplomati e il 32% a chi possiede una qualifica o un diploma professionale, con un picco di richieste specifiche per i diplomati provenienti dagli #ITS-Academy.

Un’analisi approfondita che offre prospettive chiare su quali percorsi formativi possano tradursi in opportunità lavorative concrete.

Gli ITS-Academy si distinguono come organismi altamente professionalizzanti e offrono una formazione tecnica e professionale di alto livello che rende gli studenti pronti ad affrontare le sfide del mondo lavorativo con competenze specializzate.

Terre che rigenerano

Terre che rigenerano Lunedì 15 gennaio si svolgerà a Saccargia Codrongianos Sassari la presentazione della DMO Terre che rigenerano, per dare al territorio uno sviluppo “bottom up”.

Quando una Comunità ci crede ed è pronta a mettersi in gioco organizzando uno sviluppo dal basso è sempre vincente!

Giornata di presentazione della Rete, che, con il marchio “Terre che rigenerano” disegnerà il futuro della DMO (Destination, Management Organization).

Dopo il benvenuto del Presidente del Gal Anglona Coros Gianfranco Satta e i saluti dei presidenti dell’Unione dei Comuni del Coros, dell’Unione dei Comuni dell’Anglona e Bassa Valle de Coghinas. Si parte con un focus group sulla Programmazione 2023-2027 affidata a Maria Giuseppina Cireddu, direttore dell’Assessorato all’Agricoltura e una tavola rotonda, coordinata dal sociologo Roberto Pirodda Presidente ARYA Coop, che vedrà tre ospiti d’eccezione: Michele Gutierrez, Fausto Faggioli e Barbara Argiolas.

Michele Gutierrez ha già collaborato con il Gal Anglona Coros ed è esperto di economia rurale e sviluppo interno sui temi della pianificazione territoriale. Fausto Faggioli, project e territoriale marketing manager, è testimone assoluto di come i territori interni possano crescere, attraverso il turismo, in termini di qualità di servizi e possono potenziare l’economia turistica, innescando conseguenze positive per il territorio, dall’aumento delle offerte di lavoro al contenimento del fenomeno dello spopolamento. Il “modello pilota” da lui studiato per le destinazioni rurali è un ottimo punto di partenza che servirà al percorso della Destinazione turistica della Rete e del Gal Anglona Coros.

Chiuderà il dibattito Barbara Argiolas, imprenditrice ed ex assessore al turismo della Regione Autonoma della Sardegna, esperta di marketing turistico, di reti d’impresa e management.

Chiuderanno i lavori della mattina Walter Pani, Andrea Sini, Ornella Porcu, Danilo Cappai e Stefano Soro che hanno seguito la creazione della Rete. Nel pomeriggio riprendono i lavori e si partirà dalle esperienze degli altri Gal isolani: saranno presenti hashtag#FrancescaSeoni, direttrice Gal Ogliastra; Claudio Perseu, direttore GAL Barbagia; Nicoletta Piras direttore GAL Sulcis Iglesiente.

Le conclusioni sono affidate al Presidente del Gal Anglona Coros Gianfranco Satta che ha guidato l’ente in questo percorso partendo dalla convinzione che il Gal sia e possa essere in futuro la cabina di regia territoriale per la promozione del turismo interno e lo sviluppo locale dei servizi turistici. Coordinerà i lavori della giornata Simone Campus direttore GAL Anglona Coros”.

Il work based learning diventa realtà alle Fattorie Faggioli

Stage in smart working

La possibilità di studiare e fare formazione online per un nuovo sviluppo economico, in questo momento in cui dobbiamo trasformare una sfida pressante in un’opportunità unica, sarà fondamentale quando il mondo globale ripartirà. In quest’ottica, le possibilità diventano operative per i corsisti ITS Turismo e Benessere “Tecnico superiore esperto di marketing 4.0 per lo sviluppo turistico dei territori” sede di Cesena (FC) e grazie alla sensibilità di Gianfranco Lai che ha individuato un percorso formativo d’eccellenza nell’ambito  della Fondazione CPE Leonardo – Sardegna, un gruppo di giovani sardi sta frequentando i corsi “Attività integrate per l’empowerment, la formazione professionale, la certificazione delle competenze, l’accompagnamento al lavoro, la promozione di nuova imprenditorialità, la mobilità transnazionale negli ambiti della Green & Blue economy” e La Bottega dei Sapori ” Strategie per il turismo esperienziale”, coordinati dal tutor Dario Dessì.

Lo stage dei percorsi formativi è previsto con modalità “smart working” che i corsisti Abbondanza Andrea, Basaglia Maurizio, Emiliani Chiara, Gentile Manuel, Giunchi Cesare, Mazzoni Pamela, referente Monica Masotti e tutor Silvia Bostrenghi per l’ITS Turismo e Benessere, svolgeranno presso Fattorie Faggioli di Cusercoli (FC).

Dalla Sardegna, i corsisti: Onali Marco, Raia Melissa, Usai Vanessa Vincenza, Sarritzu Emanuela presso Media Consulting di Cesena (FC), referente Luigi Angelini; Cabiddu Michela, Rsalieva Taalaykul, Rosati Anna presso Borgo Basino, referente Evan Welkin; Garau Maurizio, Tocco Sara, Alves de Sousa Wallace presso Fattorie Faggioli di Cusercoli (FC), referente Francesca Faggioli; Manigas Nicola in collaborazione con Poderi dal Nespoli di Cusercoli (FC), referente Vania Vicino.

“Il futuro dell’organizzazione del lavoro – sottolinea Fausto Faggioli, territorial marketing manager e docente nell’ambito dei percorsi formativi – passa necessariamente dallo smart working. Una modalità operativa caratterizzata dalla flessibilità che consente maggiore autonomia in termini di orario e luogo, scegliendo ogni volta “dove e quando”.

Nello smart working il lavoro incontra le nuove tecnologie, opportunità che i giovani stanno sperimentando con successo nell’ambito degli stage previsti dai Corsi in svolgimento. Inoltre, l’aspetto eco-sostenibile dello smart working che, fra l’altro, evita gli spostamenti necessari per raggiungere la sede del lavoro con le ricadute d’inquinamento che questi comportano, è molto “nelle corde” dei giovani. Una ri-organizzazione che non possiamo permetterci di ignorare e che ci porta a un importante cambiamento di mentalità.

Grazie agli strumenti social, alle piattaforme collaborative e ai programmi di e-learning, i giovani oggi sono straordinariamente preparati e pronti ad arricchire le loro competenze sul posto di lavoro. Chiedono più opportunità di crescita professionale e desiderano utilizzare “sul campo” le proprie capacità. Diamo loro ciò che chiedono: spazi per crescere. ”

l’Attacco e ITS Turismo Puglia

Un grande grazie alla testata l’Attacco e alla giornalista Silvia Guerrieri per la loro sensibilità e sostegno al futuro dei giovani dell’ITS Turismo Puglia che, con impegno ed entusiasmo, vogliono investire sul proprio territorio.

Le aree interne, le Comunità Ospitali, i Borghi Autentici l’intero mondo Rurale, saranno una grande opportunità di nuovo turismo nel dopo Covid 19.

Un Turismo “eco”, a dimensione d’uomo, un approccio al viaggio che promuove la qualità e la lentezza dell’esperienza turistica. Un profilo slow che non deve essere interpretato come un fenomeno del momento o un innovativo prodotto turistico, ma come una filosofia di vita, un turismo eco-friendly quale movimento sociale e globale che negli ultimi anni ha caratterizzato i diversi ambiti socio-economici del territorio.

L’idea del turismo eco-friendly prevede una valorizzazione della qualità dell’esperienza turistica e un’immersione del viaggiatore nella cultura locale del territorio, basandosi prima di tutto sul rispetto. Rispetto e sicurezza per le persone, l’ambiente e l’ecosistema e tutto ciò che fa parte del territorio visitato.

“Open Monday” ITS Turismo Puglia

Cinque parole chiave per un solo percorso, informazionecondivisione, formazione, internazionalizzazione, futuro, al primo “Open Monday” organizzato dall’ITS per l’Industria dell’Ospitalità e del Turismo Allargato.

Una grande opportunità per i giovani e un’ottima occasione per le imprese che potranno contare su figure specializzate in grado di inserirsi nei settori strategici del sistema economico e produttivo.
Anche se oggi siamo in emergenza, dobbiamo progettare e lavorare per il “dopo”: non possiamo perdere la filiera turistica, perché non sarà sufficiente un finanziamento per recuperarla.

Poiché la programmazione 2021-2027 sarà strategica per una nuova economia sostenibile, dobbiamo “trasformare una sfida pressante in un’opportunità unica” in cui lo sviluppo economico davvero sostenibile dovrà tenere conto dello stretto legame tra la salute ambientale e quella umana, puntando, in particolare, all’aumento della biosicurezza, la “fiducia” sarà il nuovo prodotto.

Lezione in videoconferenza – ITS per lo Sviluppo dell’Industria dell’Ospitalità e del Turismo Allargato

Fare lezione a un meraviglioso gruppo di giovani, che con entusiasmo studiano per diventare i futuri manager dello sviluppo economico di una “destinazione”, presso l’ITST Puglia “Istituto Tecnico Superiore per lo Sviluppo dell’Industria dell’Ospitalità e del Turismo Allargato” organizzato nella sede di Pietramontecorvino, grazie all’impegno della Presidente ITS, prof.ssa Giuseppa Antonaci, dal direttore Saverio Lamarucciola e dal tutor Domenico Fioredda è sempre un grande piacere. Tutto quello che è possibile fare online da casa, dobbiamo farlo! Importante è non abbassare la guardia ed è strategico lavorare per il “dopo”. Creare una destinazione turistica è la più idonea alternativa per la rivitalizzazione economica e per il consolidamento delle attività integrative nelle aree interne, lo è oggi, lo sarà ancora di più domani finito il problema Covid 19. Una “destinazione” organizzata con i Borghi Autentici d’Italia “le case” di chi vive nel territorio, sono un luogo ideale per “fuggire” dallo stress e dalla standardizzazione, in un’ottica sempre più ampia di sistema turistico locale.

L'immagine può contenere: 14 persone, tra cui Fausto Faggioli, testo

Destinazione Sila non si ferma – 2020

Vi aspettiamo, domani 9 aprile alle ore 16:30, in web conference dal tema “Modelli e strumenti di animazione territoriale per destinazioni ecosostenibili”. Si parlerà di turismo #ecofriendly quale movimento sociale e globale che nel “dopo” covid-19, sarà la carta della fiducia “sicurezza” per i diversi ambiti socio-economici dei territori nei nostri #BorghiAutenticidItalia.

L’idea del turismo eco-friendly prevede una valorizzazione della qualità dell’esperienza turistica in “sicurezza” e un’immersione del viaggiatore nella cultura locale del territorio, basandosi prima di tutto sul rispetto. Rispetto per le tradizioni e le persone, l’ambiente, l’ecosistema e tutto ciò che fa parte del territorio visitato. E, anche se oggi, purtroppo, siamo in piena emergenza, dobbiamo progettare e lavorare per il “dopo”, perché non possiamo perdere la filiera turistica e non sarà sufficiente un finanziamento per recuperarla. Questa è la nostra grande preoccupazione.

Dobbiamo “trasformare una sfida pressante in un’opportunità unica” in cui lo sviluppo economico davvero sostenibile dovrà tenere conto dello stretto legame tra la salute ambientale e quella umana, puntando, in particolare, all’aumento della biosicurezza Turistica.

Sarà trasmesso in diretta Facebook, sulla pagina Destinazione Sila.
Link https://www.facebook.com/silafelicedistupirti

#destinazionesilanonsiferma

Nessuna descrizione della foto disponibile.

 

Videoconferenza con Andrea Corsini – Assessore al turismo in Emilia Romagna

Incontro in videoconferenza con Andrea Corsini, assessore della nostra Emilia-Romagna, instancabile nella operosità per sostenere il turismo regionale in questo grigio periodo. Sono incontri che aiutano a sentirci “gruppo”, “team” in cui la sinergia e la condivisione delle idee-progetto aiutano a non mollare mai! Ora è importante organizzarsi e progettare per il “dopo”, anche se oggi, purtroppo, siamo ancora in piena emergenza. Sostenere la filiera turistica, vuol dire sostenere un Territorio, l’intero sistema del welfare territoriale. La convinzione è che con imprenditori validissimi e un’ottima amministrazione si arriverà al giusto risultato. Uniti “Ce la faremo”. Organizzato da Massimo Feruzzi, l’incontro ha visto la partecipazione di Emanuele Burioni, direttore APT servizi Emilia-Romagna, imprenditorie e stakeholder del Turismo.
Questa è la lettera che Andrea Corsini, assessore al Turismo e Commercio per la Regione Emilia-Romagna, ha inviato al Ministro Dario Franceschini:

“𝐶𝑎𝑟𝑖𝑠𝑠𝑖𝑚𝑜 𝑀𝑖𝑛𝑖𝑠𝑡𝑟𝑜, 𝑙’𝑒𝑚𝑒𝑟𝑔𝑒𝑛𝑧𝑎 𝑠𝑎𝑛𝑖𝑡𝑎𝑟𝑖𝑎 𝑒 𝑙𝑎 𝑑𝑟𝑎𝑚𝑚𝑎𝑡𝑖𝑐𝑎 𝑐𝑟𝑖𝑠𝑖 𝑒𝑐𝑜𝑛𝑜𝑚𝑖𝑐𝑎 𝑐ℎ𝑒 𝑛𝑒 𝑐𝑜𝑛𝑠𝑒𝑔𝑢𝑒 𝑠𝑡𝑎𝑛𝑛𝑜 𝑐𝑜𝑙𝑝𝑒𝑛𝑑𝑜 𝑡𝑢𝑡𝑡𝑒 𝑙𝑒 𝑐𝑜𝑚𝑝𝑜𝑛𝑒𝑛𝑡𝑖 𝑠𝑜𝑐𝑖𝑎𝑙𝑖 𝑒𝑑 𝑒𝑐𝑜𝑛𝑜𝑚𝑖𝑐ℎ𝑒. 𝑆𝑒𝑟𝑣𝑖𝑟𝑎̀ 𝑡𝑒𝑚𝑝𝑜, 𝑙𝑢𝑛𝑔𝑖𝑚𝑖𝑟𝑎𝑛𝑧𝑎, 𝑣𝑖𝑠𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑠𝑡𝑟𝑎𝑡𝑒𝑔𝑖𝑐𝑎 𝑒 𝑢𝑛 𝑔𝑟𝑎𝑛𝑑𝑒 𝑝𝑎𝑡𝑡𝑜 𝑓𝑟𝑎 𝐼𝑠𝑡𝑖𝑡𝑢𝑧𝑖𝑜𝑛𝑖, 𝑐𝑖𝑡𝑡𝑎𝑑𝑖𝑛𝑖, 𝑆𝑖𝑛𝑑𝑎𝑐𝑎𝑡𝑖, 𝐴𝑠𝑠𝑜𝑐𝑖𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑖 𝑑𝑖 𝑐𝑎𝑡𝑒𝑔𝑜𝑟𝑖𝑎 𝑝𝑒𝑟 𝑎𝑓𝑓𝑟𝑜𝑛𝑡𝑎𝑟𝑒 𝑙𝑎 𝑓𝑎𝑠𝑒 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑟𝑖𝑐𝑜𝑠𝑡𝑟𝑢𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑠𝑜𝑐𝑖𝑎𝑙𝑒 𝑒𝑑 𝑒𝑐𝑜𝑛𝑜𝑚𝑖𝑐𝑎. 𝐿’𝑖𝑛𝑑𝑢𝑠𝑡𝑟𝑖𝑎 𝑡𝑢𝑟𝑖𝑠𝑡𝑖𝑐𝑎 𝑒̀ 𝑎 𝑚𝑖𝑜 𝑔𝑖𝑢𝑑𝑖𝑧𝑖𝑜 𝑢𝑛𝑎, 𝑠𝑒 𝑛𝑜𝑛 𝑙𝑎 𝑝𝑖𝑢̀ 𝑖𝑚𝑝𝑜𝑟𝑡𝑎𝑛𝑡𝑒, 𝑓𝑖𝑙𝑖𝑒𝑟𝑎 𝑠𝑡𝑟𝑎𝑡𝑒𝑔𝑖𝑐𝑎 𝑑𝑒𝑙 𝑛𝑜𝑠𝑡𝑟𝑜 𝑝𝑎𝑒𝑠𝑒 𝑒 𝑠𝑒𝑛𝑧𝑎 𝑜𝑚𝑏𝑟𝑎 𝑑𝑖 𝑑𝑢𝑏𝑏𝑖𝑜 𝑒̀ 𝑖𝑙 𝑐𝑜𝑚𝑝𝑎𝑟𝑡𝑜 𝑐ℎ𝑒 𝑝𝑖𝑢̀ 𝑑𝑖 𝑜𝑔𝑛𝑖 𝑎𝑙𝑡𝑟𝑜 ℎ𝑎 𝑠𝑢𝑏𝑖𝑡𝑜 𝑒 𝑠𝑢𝑏𝑖𝑟𝑎̀ 𝑢𝑛 𝑐𝑜𝑛𝑡𝑟𝑎𝑐𝑐𝑜𝑙𝑝𝑜 𝑛𝑒𝑔𝑎𝑡𝑖𝑣𝑜, 𝑖𝑛 𝑎𝑙𝑐𝑢𝑛𝑖 𝑐𝑎𝑠𝑖 𝑑𝑒𝑣𝑎𝑠𝑡𝑎𝑛𝑡𝑒, 𝑖𝑛 𝑠𝑒𝑔𝑢𝑖𝑡𝑜 𝑎𝑙 𝑑𝑖𝑓𝑓𝑜𝑛𝑑𝑒𝑟𝑠𝑖 𝑑𝑒𝑙 𝐶𝑜𝑣𝑖𝑑-19. 𝐿𝑒 𝑔𝑖𝑢𝑠𝑡𝑒 𝑚𝑖𝑠𝑢𝑟𝑒 𝑝𝑟𝑒𝑠𝑒 𝑝𝑒𝑟 𝑎𝑟𝑔𝑖𝑛𝑎𝑟𝑒 𝑙𝑎 𝑑𝑖𝑓𝑓𝑢𝑠𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑑𝑒𝑙 𝑣𝑖𝑟𝑢𝑠 𝑖𝑚𝑝𝑒𝑑𝑖𝑠𝑐𝑜𝑛𝑜 𝑖𝑙 𝑚𝑜𝑣𝑖𝑚𝑒𝑛𝑡𝑜 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑝𝑒𝑟𝑠𝑜𝑛𝑒 𝑒 𝑣𝑎 𝑑𝑎 𝑠𝑒́ 𝑐ℎ𝑒 𝑖𝑙 𝑡𝑢𝑟𝑖𝑠𝑚𝑜, 𝑒𝑠𝑠𝑒𝑛𝑑𝑜 𝑙𝑒𝑔𝑎𝑡𝑜 𝑎𝑔𝑙𝑖 𝑠𝑝𝑜𝑠𝑡𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑖, 𝑜𝑟𝑎 𝑒̀ 𝑖𝑛 𝑔𝑖𝑛𝑜𝑐𝑐ℎ𝑖𝑜 𝑒 𝑑𝑜𝑚𝑎𝑛𝑖 𝑟𝑖𝑠𝑢𝑙𝑡𝑒𝑟𝑎̀ 𝑓𝑜𝑟𝑡𝑒𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑝𝑒𝑛𝑎𝑙𝑖𝑧𝑧𝑎𝑡𝑜. 𝑃𝑒𝑟 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑜 𝑠𝑎𝑟𝑎̀ 𝑖𝑙 𝑠𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑝𝑖𝑢̀ 𝑑𝑖 𝑎𝑙𝑡𝑟𝑖 𝑎𝑣𝑟𝑎̀ 𝑏𝑖𝑠𝑜𝑔𝑛𝑜 𝑑𝑖 𝑡𝑒𝑚𝑝𝑜 𝑒 𝑑𝑖 𝑢𝑛 𝑔𝑟𝑎𝑛𝑑𝑒 𝑠𝑜𝑠𝑡𝑒𝑔𝑛𝑜 𝑝𝑢𝑏𝑏𝑙𝑖𝑐𝑜 𝑝𝑒𝑟 𝑝𝑜𝑡𝑒𝑟 𝑟𝑖𝑝𝑎𝑟𝑡𝑖𝑟𝑒. 𝐿’𝐼𝑡𝑎𝑙𝑖𝑎 𝑒̀ 𝑢𝑛𝑎 𝑝𝑒𝑛𝑖𝑠𝑜𝑙𝑎 𝑐𝑜𝑛 𝑜𝑙𝑡𝑟𝑒 𝑜𝑡𝑡𝑜𝑚𝑖𝑙𝑎 𝑐ℎ𝑖𝑙𝑜𝑚𝑒𝑡𝑟𝑖 𝑑𝑖 𝑐𝑜𝑠𝑡𝑒 𝑒 𝑖𝑙 𝑝𝑟𝑜𝑑𝑜𝑡𝑡𝑜 𝑡𝑢𝑟𝑖𝑠𝑡𝑖𝑐𝑜 𝑏𝑎𝑙𝑛𝑒𝑎𝑟𝑒 𝑟𝑎𝑝𝑝𝑟𝑒𝑠𝑒𝑛𝑡𝑎 𝑜𝑙𝑡𝑟𝑒 𝑖𝑙 60 % 𝑑𝑒𝑙 𝑃𝐼𝐿 𝑝𝑟𝑜𝑑𝑜𝑡𝑡𝑜 𝑑𝑎𝑙 𝑠𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑒. 𝑁𝑎𝑡𝑢𝑟𝑎𝑙𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑙𝑎 𝑓𝑜𝑟𝑧𝑎 𝑑𝑒𝑙𝑙’𝐼𝑡𝑎𝑙𝑖𝑎, 𝑛𝑒𝑙 𝑚𝑒𝑟𝑐𝑎𝑡𝑜 𝑡𝑢𝑟𝑖𝑠𝑡𝑖𝑐𝑜, 𝑒̀ 𝑞𝑢𝑒𝑙𝑙𝑎 𝑑𝑖 𝑒𝑠𝑠𝑒𝑟𝑒 𝑢𝑛 𝑝𝑎𝑒𝑠𝑒 𝑐𝑜𝑛 𝑢𝑛 𝑔𝑖𝑎𝑐𝑖𝑚𝑒𝑛𝑡𝑜 𝑢𝑛𝑖𝑐𝑜 𝑑𝑖 𝑏𝑒𝑛𝑖 𝑐𝑢𝑙𝑡𝑢𝑟𝑎𝑙𝑖, 𝑜𝑙𝑡𝑟𝑒 𝑎𝑑 𝑎𝑣𝑒𝑟𝑒 𝑢𝑛𝑎 𝑚𝑜𝑛𝑡𝑎𝑔𝑛𝑎 𝑎𝑝𝑝𝑒𝑛𝑛𝑖𝑛𝑖𝑐𝑎 𝑒 𝑑𝑜𝑙𝑜𝑚𝑖𝑡𝑖𝑐𝑎 𝑑𝑖 𝑔𝑟𝑎𝑛𝑑𝑒 𝑖𝑚𝑝𝑜𝑟𝑡𝑎𝑛𝑧𝑎 𝑒 𝑡𝑎𝑛𝑡𝑒 𝑒 𝑡𝑎𝑙𝑖 𝑒𝑐𝑐𝑒𝑙𝑙𝑒𝑛𝑧𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑛𝑒𝑙 𝑙𝑜𝑟𝑜 𝑖𝑛𝑠𝑖𝑒𝑚𝑒 𝑐𝑜𝑠𝑡𝑖𝑡𝑢𝑖𝑠𝑐𝑜𝑛𝑜 𝑞𝑢𝑒𝑙𝑙𝑜 𝑐ℎ𝑒 𝑣𝑖𝑒𝑛𝑒 𝑑𝑒𝑓𝑖𝑛𝑖𝑡𝑜 𝑀𝑎𝑑𝑒 𝑖𝑛 𝐼𝑡𝑎𝑙𝑦. 𝐶𝑜𝑚𝑒 𝐶𝑜𝑚𝑚𝑖𝑠𝑠𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑇𝑢𝑟𝑖𝑠𝑚𝑜 𝑎𝑏𝑏𝑖𝑎𝑚𝑜 𝑎𝑣𝑎𝑛𝑧𝑎𝑡𝑜 𝑢𝑛𝑎 𝑠𝑒𝑟𝑖𝑒 𝑑𝑖 𝑝𝑟𝑜𝑝𝑜𝑠𝑡𝑒 𝑒𝑚𝑒𝑛𝑑𝑎𝑡𝑖𝑣𝑒 𝑎𝑙 𝑑𝑒𝑐𝑟𝑒𝑡𝑜 “𝐶𝑢𝑟𝑎 𝐼𝑡𝑎𝑙𝑖𝑎” 𝑐ℎ𝑒 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑜𝑛𝑜 𝑑𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑖𝑛𝑠𝑝𝑖𝑒𝑔𝑎𝑏𝑖𝑙𝑒 𝑚𝑎𝑛𝑐𝑎𝑛𝑧𝑎 𝑑𝑖 𝑢𝑛 𝑎𝑟𝑡𝑖𝑐𝑜𝑙𝑜 𝑑𝑒𝑑𝑖𝑐𝑎𝑡𝑜 𝑎𝑙𝑙𝑒 𝑚𝑖𝑠𝑢𝑟𝑒 𝑑𝑖 𝑠𝑜𝑠𝑡𝑒𝑔𝑛𝑜 𝑎𝑙 𝑠𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑒 𝑐ℎ𝑒, 𝑎𝑛𝑐𝑜𝑟𝑐ℎ𝑒́ 𝑖𝑛𝑠𝑢𝑓𝑓𝑖𝑐𝑖𝑒𝑛𝑡𝑖, 𝑠𝑜𝑛𝑜 𝑝𝑟𝑒𝑠𝑒𝑛𝑡𝑖 𝑖𝑛 𝑑𝑖𝑣𝑒𝑟𝑠𝑒 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑖 𝑑𝑒𝑙 𝑑𝑒𝑐𝑟𝑒𝑡𝑜. 𝑁𝑜𝑛 𝑠𝑖 𝑡𝑟𝑎𝑡𝑡𝑎 𝑑𝑖 𝑢𝑛𝑎 𝑞𝑢𝑒𝑠𝑡𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑒𝑠𝑡𝑒𝑡𝑖𝑐𝑎 𝑚𝑎 𝑑𝑖 𝑠𝑜𝑠𝑡𝑎𝑛𝑧𝑎. 𝑆𝑜𝑛𝑜 𝑐𝑜𝑛𝑠𝑎𝑝𝑒𝑣𝑜𝑙𝑒 𝑐ℎ𝑒 𝑖𝑛 𝑓𝑎𝑠𝑒 𝑑𝑖 𝑐𝑜𝑛𝑣𝑒𝑟𝑠𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑑𝑒𝑙 𝑑𝑒𝑐𝑟𝑒𝑡𝑜 “𝐶𝑢𝑟𝑎 𝐼𝑡𝑎𝑙𝑖𝑎” 𝑛𝑜𝑛 𝑐𝑖 𝑝𝑜𝑡𝑟𝑎𝑛𝑛𝑜 𝑒𝑠𝑠𝑒𝑟𝑒 𝑎𝑢𝑚𝑒𝑛𝑡𝑖 𝑑𝑖 𝑠𝑝𝑒𝑠𝑎, 𝑚𝑖 𝑎𝑢𝑔𝑢𝑟𝑜 𝑝𝑒𝑟𝑜̀ 𝑐ℎ𝑒 𝑛𝑒𝑙 𝑝𝑟𝑜𝑠𝑠𝑖𝑚𝑜 𝑑𝑒𝑐𝑟𝑒𝑡𝑜 𝑎𝑛𝑛𝑢𝑛𝑐𝑖𝑎𝑡𝑜 𝑝𝑒𝑟 𝑎𝑝𝑟𝑖𝑙𝑒 𝑝𝑜𝑠𝑠𝑎𝑛𝑜 𝑒𝑠𝑠𝑒𝑟𝑒 𝑎𝑐𝑐𝑜𝑙𝑡𝑒 𝑎𝑙𝑐𝑢𝑛𝑒 𝑑𝑒𝑙𝑙𝑒 𝑝𝑟𝑜𝑝𝑜𝑠𝑡𝑒 𝑎𝑣𝑎𝑛𝑧𝑎𝑡𝑒, 𝑎 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑖𝑟𝑒 𝑑𝑎𝑙 “𝑏𝑜𝑛𝑢𝑠 𝑣𝑎𝑐𝑎𝑛𝑧𝑎” 𝑝𝑒𝑟 𝑠𝑡𝑖𝑚𝑜𝑙𝑎𝑟𝑒 𝑙𝑎 𝑑𝑜𝑚𝑎𝑛𝑑𝑎 𝑖𝑛𝑡𝑒𝑟𝑛𝑎, 𝑓𝑖𝑛𝑜 𝑎𝑙 𝑠𝑜𝑠𝑡𝑒𝑔𝑛𝑜 𝑎𝑖 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑎𝑡𝑜𝑟𝑖 𝑠𝑡𝑎𝑔𝑖𝑜𝑛𝑎𝑙𝑖, 𝑐ℎ𝑒 𝑟𝑎𝑝𝑝𝑟𝑒𝑠𝑒𝑛𝑡𝑎𝑛𝑜 𝑙𝑎 𝑚𝑎𝑔𝑔𝑖𝑜𝑟 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑒 𝑑𝑒𝑔𝑙𝑖 𝑜𝑐𝑐𝑢𝑝𝑎𝑡𝑖 𝑑𝑒𝑙 𝑠𝑒𝑡𝑡𝑜𝑟𝑒, 𝑒 𝑎𝑙𝑙𝑎 𝑛𝑒𝑐𝑒𝑠𝑠𝑖𝑡𝑎̀ 𝑑𝑖 𝑖𝑚𝑚𝑒𝑡𝑡𝑒𝑟𝑒 𝑙𝑖𝑞𝑢𝑖𝑑𝑖𝑡𝑎̀ 𝑎𝑡𝑡𝑟𝑎𝑣𝑒𝑟𝑠𝑜 𝑝𝑟𝑜𝑟𝑜𝑔ℎ𝑒 𝑓𝑖𝑛𝑜 𝑎 𝑑𝑖𝑐𝑒𝑚𝑏𝑟𝑒 𝑑𝑒𝑖 𝑝𝑎𝑔𝑎𝑚𝑒𝑛𝑡𝑖 𝑑𝑖 𝑣𝑎𝑟𝑖𝑎 𝑛𝑎𝑡𝑢𝑟𝑎. 𝑆𝑎𝑟𝑒𝑏𝑏𝑒 𝑎𝑙𝑡𝑟𝑒𝑠𝑖̀ 𝑎𝑢𝑠𝑝𝑖𝑐𝑎𝑏𝑖𝑙𝑒 𝑖𝑠𝑡𝑖𝑡𝑢𝑖𝑟𝑒 𝑝𝑟𝑒𝑠𝑠𝑜 𝑖𝑙 𝑀𝑖𝐵𝐴𝐶𝑇 𝑢𝑛𝑎 𝑐𝑎𝑏𝑖𝑛𝑎 𝑑𝑖 𝑟𝑒𝑔𝑖𝑎 𝑠𝑢𝑙 𝑡𝑢𝑟𝑖𝑠𝑚𝑜 𝑝𝑒𝑟 𝑎𝑓𝑓𝑟𝑜𝑛𝑡𝑎𝑟𝑒 𝑖 𝑝𝑟𝑜𝑠𝑠𝑖𝑚𝑖 𝑚𝑒𝑠𝑖, 𝑐𝑜𝑜𝑟𝑑𝑖𝑛𝑎𝑡𝑎 𝑑𝑎𝑙 𝑀𝑖𝑛𝑖𝑠𝑡𝑒𝑟𝑜, 𝑐𝑜𝑛 𝑙𝑎 𝑝𝑎𝑟𝑡𝑒𝑐𝑖𝑝𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑒 𝑑𝑖 𝑅𝑒𝑔𝑖𝑜𝑛𝑖 𝑒 𝐴𝑠𝑠𝑜𝑐𝑖𝑎𝑧𝑖𝑜𝑛𝑖 𝑑𝑖 𝑐𝑎𝑡𝑒𝑔𝑜𝑟𝑖𝑎. 𝑁𝑒𝑙 𝑟𝑖𝑛𝑛𝑜𝑣𝑎𝑟𝑡𝑖 𝑙𝑎 𝑚𝑖𝑎 𝑠𝑡𝑖𝑚𝑎, 𝑡𝑖 𝑠𝑎𝑙𝑢𝑡𝑜 𝑐𝑜𝑟𝑑𝑖𝑎𝑙𝑚𝑒𝑛𝑡𝑒 𝑒 𝑡𝑖 𝑎𝑢𝑔𝑢𝑟𝑜 𝑏𝑢𝑜𝑛 𝑙𝑎𝑣𝑜𝑟𝑜.”

L'immagine può contenere: 7 persone

Scambio di buone pratiche con il Giappone – Rassegna Stampa

Il professor Hiromi Kanamaru ha presentato al Governo giapponese e alla Stampa, le Fattorie Faggioli come modello di multifunzionalità rurale e il “sistema Romagna” come esempio di cooperazione pubblico-privato. Frutto di una collaborazione ventennale intrapresa con le Università giapponesi sviluppatasi attraverso scambi di buone pratiche, l’elaborato ha messo in risalto quanto realizzato al fine di raggiungere il welfare territoriale: integrazione fra la cultura cittadina e quella rurale, mantenimento di Comunità vive e dinamiche attraverso la tutela e la rivalutazione dei Borghi Autentici d’Italia con le loro attività sociali e turistiche fondate sulle risorse locali, realizzazione di uno sviluppo territoriale eco-sostenibile. Un riconoscimento al percorso intrapreso per la creazione di un sistema educativo verde, orientando la trasformazione delle Fattorie Faggioli su quella che è sicuramente una priorità nella lista dei requisiti necessari per vivere: la qualità ambientale. Una filosofia che protegge l’esistenza e la salute del pianeta. Un grande grazie a: PeromattoFosse BrandinellislowfoodCa’ ColonnaMehter Cambio di MareaCantina di Cesena, Casa ArtusiPoderi dal NespoliProloco Chiusa d’ErcoleBorgo Basinoufficio turistico BertinoroAgrilinea

L'immagine può contenere: 1 personaL'immagine può contenere: 1 persona, testo



×

ideazione e realizzazione web site di:

e-xtrategy - internet way

via sant'Ubaldo, 36 - 60030 monsano (an) Italy
tel. +39.0731.60225

www.e-xtrategy.net
info@e-xtrategy.net